Esame moto, candidati sempre più sicuri con le nuove prove: aumentano i promossi

Dopo qualche difficoltà iniziale, i candidati che riescono a conseguire la patente moto con il nuovo esame aumentano sempre di più. E dal 1° luglio le prove saranno misurare da dispositivi automatici.

Le recenti novità applicate sull’esame di conseguimento della patente moto ha creato non poche polemiche ma, dopo qualche mese di ambientamento, i motociclisti del futuro sembrano aver finalmente preso confidenza con le prove. Aumentano infatti i candidati promossi.

Considerato più difficile di quello precedente, il nuovo esame moto prevede l’esecuzione da parte del candidato di prove a tempo, entro cui devono completare dei percorsi e dimostrare la loro preparazione. E dal 1° luglio le due prove pratiche per conseguire la patente della moto saranno cronometrate con dispositivi automatici, per avere sempre più trasparenza nelle prove d’esame.

Un esame a tempo garantisce inoltre un livello di padronanza della moto superiore, con un conseguente beneficio per tutti: avere una strada più sicura e trafficata da motociclisti preparati e prudenti. Le autoscuole come la nostra hanno infatti accolto questa novità come un passo in avanti, per cui è però necessario prepararsi bene all’esame ed affrontarlo con competenza e serenità.