Spaventa Auto non sono regolamentari

Gli “spaventapasseri degli autisti” sono le famose “colonnine cilindriche” vuote, che spesso i comuni utilizzano in modo improprio per far rallentare i conducenti, ma in realtà sono illegali.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti interviene sulla questione delle famose colonne arancioni, che vengono usate dai comuni per spaventare gli automobilisti.

Che cosa sono questi speed check? Si tratta di dispositivi elettronici che rilevano la velocità dei veicoli in transito, posizionati lungo le strade. Al loro interno dovrebbero contenere delle telecamere ma spesso questo non accade a causa del loro costo elevato. Quindi lungo le strade vengono messe queste colonne di plastica vuote.

Questi presunti rilevatori di velocità rappresentano un pericolo per i conducenti , perchè dovrebbero essere segnalati attraverso appositi cartelli stradali. Invece questi avvertimenti non ci sono e quindi portano i conducenti a frenare bruscamente difronte ai rilevatori vuoti, provocando eventuali incidenti. Bisogna guidare con prudenza evitando queste frenate brusche.

Oltretutto si tratta di un danno erariale , perchè i dispositivi non sono approvati dalla normativa né sono presenti nel Codice della Strada.

Già nel 2014 Mauro Casciari, delle Iene in uno dei suoi servizi, si era occupato dello spreco del denaro pubblico per acquisto di questi speed check illegali.