Distrazioni al volante, con il nuovo iOS Apple blocca le notifiche dell’iPhone durante la guida

Nella prossima versione del suo celeberrimo iOS, Apple introdurrà un’applicazione in grado di disabilitare le notifiche dell’iPhone durante la guida, al fine di combattere il fenomeno delle ‘distrazioni al volante’ che ogni anno causa centinaia di migliaia di incidenti stradali.

L’utilizzo di dispositivi elettronici durante la guida causa purtroppo centinaia di migliaia di incidenti ogni anno, rappresentando una vera e propria piaga pubblica, al pari della guida in stato di ebbrezza. Tutto ciò sta inducendo le aziende tecnologiche a considerare sempre di più questo fenomeno nella creazione dei futuri modelli, così come le case automobilistiche si impegnano da anni nello sviluppare veicoli sempre più sicuri.

Ad inaugurare questo nuovo trend è Apple, annunciando un’importante novità che sarà disponibile nella prossima release dell’iOS, il sistema operativo dell’iPhone. Questa nuova funzione, chiamata ’Do not disturb while driving’, bloccherà infatti la ricezione di notifiche e telefonate durante la guida, evitando di distrarre il guidatore e rispondendo in forma automatica (o anche delle animazioni in modo "Fun") per informare chi cerca il proprietario del telefono che esso sta guidando, e che saranno ricontattati a vettura ferma.

L’iPhone potrà quindi accedere autonomamente a questa modalità di sicurezza, riconoscendo la presenza del suo proprietario a bordo di un’automobile grazie ai servizi di localizzazione oppure al collegamento con l’auto attraverso la tecnologica Bluetooth. Ovviamente questa modalità può essere disattivata, consentendo ai passeggeri di poter liberamente utilizzare il dispositivo.

Questa notizia conferma ulteriormente la ormai consolidata presa di coscienza internazionale sulla pericolosità dell’uso improprio dei dispostivi elettronici durante la guida. Ma i veri nemici degli automobilisti non sono gli smartphone ed i social network, tantomeno internet in generale, ma l’assenza di una piena consapevolezza dei rischi che si corrono usandoli impropriamente.

Ben vengano quindi tutti quei dispositivi, quei veicoli e quelle leggi stradali sempre più efficaci nel limitare il problema. Ma non dimentichiamo che, ai fini della risoluzione definitiva di questo brutto fenomeno, tutto ciò potrebbe non bastare senza una diffusa e consolidata cultura stradale.