Auto Usate, ecco perchè chi fuma può perdere fino a €2.260 sulla vendita

Uno studio condotto dal magazine Carbuyer ha evidenziato quanto le auto dei fumatori possano deprezzarsi negli anni rispetto a quella dei non fumatori, nella prospettiva di una vendita futura

Fumare costa caro, sotto tutti i punti di vista. Lo sanno bene i fumatori, che oltre alla spesa quotidiana dovranno ora tenere conto anche di un altro aspetto: la vendita della propria auto usata. Una ricerca del magazine Carbuyer ha infatti cercato di quantificare il danno economico che questo vizio potrebbe arrecare ad un veicolo nella prospettiva di una futura vendita. Il risultato? Circa 2.000 sterline, pari a €2.260, scopriamo perchè.

Questa cifra rappresenta il deprezzamento medio di una vettura, quando a guidarla è appunto un fumatore. Nello studio si sottolinea quanto il fumo possa danneggiare l’abitacolo ed i rivestimenti interni (sedili, tappetini, pannelli, etc.), a causa della cenere e dal tipico cattivo odore dell’ambiente in cui solitamente si fuma. Secondo gli esperti interpellati durante lo studio, infatti, i servizi necessari a ripristinare una vettura di un fumatore hanno un costo elevato, che incide inevitabilmente sul prezzo di vendita.

Oltre agli esperti, Carbuyer ha coinvolto nello studio oltre 6.000 automobilisti, chiedendo loro se fossero disposti ad acquistare una vettura usata da un fumatore. La risposta? L’87% di loro non lo farebbe mai. Se sei un fumatore, quindi, il nostro consiglio è di evitare di fumare a bordo della tua auto, potresti guadagnarne sia in termini di salute che di denaro!