Più promossi o bocciati? Ecco come sono andati i circa 2 milioni di esami di guida sostenuti in Italia nel 2016

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha appena diffuso lo studio annuale sull’esito degli esami per la patente di guida sostenuti nel 2016, che risultano essere 1.891.632.

Sono in totale 1.474.459 le patenti rilasciate nel 2016, a seguito di 1.891.632 esami sostenuti da autoscuole e privatisti. Questi dati sono recentemente stati diffusi direttamente dal Ministero, come accade ogni anno, all’interno del report sugli esiti degli esami di guida sostenuti in Italia.

AUTOSCUOLE o PRIVATISTI?

Lo studio evidenzia come il 95,86% delle persone intenzionate a conseguire una patente di guida nel 2016 in Italia abbiano di fatto preferito rivolgersi ad una autoscuola. Percentuale che si traduce in 1.813.346 sessioni d’esame organizzate dalle autoscuole di tutta Italia. Al contrario, 78.286 esami (il 4,14% del totale) sono stati sostenuti da privatisti.

QUALI PATENTI PREFERISCONO GLI UOMINI E LE DONNE?

Le patenti inferiori (auto, moto, etc.) hanno attirato un numero pressappoco simile di donne e uomini, con questi leggermente superiori in numero (56,18%) rispetto al gentil sesso (43,82%). Analizzando i numeri dello studio sulle patenti superiori (camion, autobus, etc.) ci si rende invece conto di un netto squilibrio, con la quasi totalità di uomini (96,91%) interessati a conseguirle, contro un numero molto più basso di donne (3,09%).

GLI ESITI DEGLI ESAMI NEL 2016

Come anticipato, nello studio si segnala 1.891.632 di esami di guida sostenuti in Italia, di cui il 22,05% non ha avuto purtroppo un esito positivo, attestando il numero dei bocciati a 417.173. Molti di più, 1.474.459 per l’esattezza, sono invece stati gli esami con esito positivo, corrispondenti al 77,95% del totale.

Dettaglio esami di teoria:

IDONEI: 676.262 (68,68%)

RESPINTI: 308.386 (31,32%)

Dettaglio esami di pratica:

IDONEI: 798.197 (88,01%)

RESPINTI: 108.787 (11,99%)

Da questi numeri è possibile evincere diverse realtà, come ad esempio quanto le patenti professionali, spesso collegate ad attività lavorative, restino tuttora un settore quasi esclusivamente maschile. Molto evidenti sono anche le difficoltà riscontrate dai candidati nello svolgere l’esame di teoria, con una percentuale di bocciati (31,32%) superiore di ben 20 punti percentuali rispetto a quella dell’esame di guida pratica (11,99%).

Se vuoi sapere di più su questo argomento ti invitiamo a venirci a trovare in sede, oppure a visitare il documento originale e completo CLICCANDO QUI.

Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti