Certificato di Proprietà e Libretto di Circolazione in un unico documento, parte il 1° luglio la novità che farà risparmiare circa €39

Dal 1° luglio i certificati di proprietà ed i libretti di circolazione di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi inizieranno ad essere unificati all’interno di un unico documento, come indicato nel decreto approvato lo scorso maggio 2017 dall’ormai ex Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione nel Governo Renzi

Tra i tanti documenti legati ai veicoli, ed obbligatori per chi li possiede, due in particolare sono quelli più noti ed importanti: il certificato di proprietà, utile ad attestare lo stato giuridico del veicolo e di competenza dell’ACI, ed il libretto di circolazione, di competenza della Motorizzazione Civile e dedicato ad assolvere alla funzione di attestare l'idoneità alla circolazione del veicolo. Presto questi due documenti saranno uniti in un unico documento di circolazione.

PERCHÉ SI RISPARMIA CON UN UNICO DOCUMENTO?

Grazie a questa unificazione, infatti, sarà possibile eliminare i due bolli annuali legati ai due documenti, con un risparmio di €32. Ridurrà inoltre la tariffa PRA (Pubblico Registro Automobilistico) richiesta per l’iscrizione o la trascrizione del veicolo all’ACI, costando €20 e non più €27. Sommando i due costi si ottiene un risparmio di €39 per tutti i possessori di auto, moto o rimorchi.

ALTRI VANTAGGI DEL DOCUMENTO UNICO

Valido per tutti i veicoli, il documento unico semplificherà anche le procedure di compravendita, riducendo spese e burocrazia. Resterà valida anche con il documento unico la normativa attuale che vieta una differente intestazione tra il libretto e la patente di guida del conducente, ad eccezione del caso in cui alla guida dell’auto ci sia un familiare stretto del proprietario.

Se hai dubbi su questa novità non esitare a passare in autoscuola, nella nostra sezione agenzia riceverai tutte le informazioni che desideri, oltre che l’assistenza sulle varie pratiche auto e moto adeguate a questa novità che entrerà in vigore a partire dal 1° luglio 2018.